Regolamento del Campionato Universitario Makers


Art. 1 – Il Campionato Universitario Makers 2017, di seguito nominato anche come “Campionato”, è il torneo italiano di realizzazione di progetti basati su componenti elettroniche dell’Internet of Things. Il Campionato ha lo scopo di valorizzare la creatività, il talento e il lavoro di squadra dei partecipanti, di concedere loro la possibilità di progettare e costruire un’opera scientifica per l’interesse della collettività, di regalare loro una esperienza di edutainment e di avere visibilità verso le aziende per eventuali possibilità di stage e di collaborazione.

Art. 2 – L’organizzazione del campionato è a cura di Math2b, spin-off di Alumni Mathematica Associazione di Promozione Sociale, e di Cesop Communication srl, di seguito nel loro insieme denominati “organizzazione”.

Art. 3 – Il sito ufficiale dell’evento è www.campunimakers.it

Art. 4 – Il Campionato si svolge in due fasi: la fase locale, che si svolge presso le sedi delle Università e dei Politecnici che aderiscono al Campionato o presso altre sedi identificate dall’organizzazione, e la finale nazionale. Il calendario delle tappe è disponibile sul sito www.campunimakers.it Per eventuali esigenze tecniche e logistiche l’organizzazione si riserva la facoltà di cambiare giorno, orario e sede delle tappe locali e della finale, dandone tempestiva comunicazione sul sito dell’evento.

Art. 5 – Al Campionato possono partecipare gratuitamente studenti, laureandi e laureati, sia triennali sia magistrali, in discipline scientifiche (Matematica, Fisica, Scienze dell’Informazione e simili) ed ingegneristiche (Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria Elettrica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Ingegneria Meccanica e simili) delle Università e dei Politecnici italiani sedi delle tappe indicate nel sito del Campionato e che alla data di iscrizione al torneo non abbiano più di 27 anni: sono ammessi i nati nel 1990 e in anni successivi. L’organizzazione si riserva la possibilità di ammettere al Campionato, in casi eccezionali, studenti, laureandi e laureati di discipline ed età diverse da quelle su menzionate. Previa tempestiva comunicazione sul sito del Campionato, l’organizzazione può autorizzare la partecipazione di studenti, laureandi e laureati, come sopra indicati, che siano iscritti o laureati presso un’Università o un Politecnico diversi da quello ospitante.

Art. 6 – I partecipanti, come definiti all’Art. 5, si raggruppano in squadre di 3 elementi, liberamente costituite o individuate dal corpo docente dell’Università/Politecnico o dall’organizzazione. Ciascun partecipante può far parte solo di una squadra e può concorrere solo ad una tappa locale e all’eventuale finale.

Art. 7 – Le iscrizioni al campionato possono essere effettuate, singolarmente o per team, tramite il sito www.campunimakers.it. Ciascun partecipante è tenuto ad indicare il suo nome, cognome, data di nascita, corso di laurea, Università o Politecnico di afferenza, email, recapito telefonico. Per ciascuna tappa locale sono accettate le prime 20 iscrizioni di team o comunque le prime 60 iscrizioni individuali. L’organizzazione si riserva la possibilità, per ciascuna tappa locale, di concedere a studenti, laureandi e laureati di determinati corsi e discipline la priorità dell’iscrizione e di aumentare o diminuire il numero dei partecipanti ammessi al gioco. I singoli individui e i team che saranno ammessi riceveranno una conferma ufficiale di partecipazione al Campionato all’indirizzo e-mail fornito in fase di registrazione.

Art. 8 – La giuria di ciascuna tappa del campionato è composta dai delegati dell’organizzazione ed eventualmente dai delegati del corpo docente delle Università e dei Politecnici ospitanti e delle aziende sostenitrici. La giuria della finale nazionale è composta dai delegati dell’organizzazione ed eventualmente delle aziende sostenitrici.

Art. 9 – I partecipanti possono scegliere un nome da assegnare al proprio team. Il nome non può contenere alcun riferimento a marchi, partiti politici, religioni e ad elementi discriminatori o ritenuti dalla giuria offensivi. In assenza del nome del team, la giuria provvede alla sua definizione.

Art. 10 – Prima di cominciare la competizione locale e la finale, ciascun partecipante è tenuto ad esibire ai delegati dell’organizzazione la stampa della ricevuta dell’avvenuta iscrizione, un suo valido documento di riconoscimento e il suo libretto universitario o la sua tessera universitaria. Se il partecipante ha già conseguito la laurea e restituito il libretto universitario è tenuto a presentare il certificato di laurea o altro documento che certifichi la sua posizione universitaria. In mancanza di questi adempimenti il partecipante non è ammesso alla gara. Possono partecipare solo gli studenti, i laureandi e i laureati come indicati nell’Art. 5 e iscritti o laureati presso l’Università o il Politecnico che ospita la tappa locale. Previa tempestiva comunicazione sul sito del Campionato, l’organizzazione può autorizzare la partecipazione di studenti, laureandi e laureati come indicati nell’Art. 5 che siano iscritti o laureati presso un’Università o Politecnico diverso da quello ospitante.

Art. 11 – Il giorno di svolgimento della tappa locale e della finale, ogni team ha in dotazione un kit di componenti elettroniche, da restituire integralmente al termine della gara. La gara si apre con l’assegnazione del tema di lavoro in base al quale dovrà essere realizzato l’output. La giuria comunica ai team il tempo massimo per realizzare l’output, in ogni caso non superiore ad 8 ore. Allo scadere del tempo concesso, le squadre hanno a disposizione un extra time, fissato e comunicato dalla giuria, per presentare l’elaborato alla giuria. Nel caso in cui una squadra si presenti in ritardo per la presentazione dell’elaborato o superi il limite massimo di ore concesso per la realizzazione dell’elaborato è suscettibile di una penalizzazione, inflitta dalla giuria, di minimo 2 punti, e della squalifica in caso di grave ritardo.

Art. 12 – L’organizzazione può autorizzare la sostituzione di max 1 componente del team a causa di suoi comprovati ed inderogabili impegni o per motivi di salute. In ogni caso la sostituzione non può essere effettuata nei 2 giorni precedenti la tappa locale e non può essere effettuata in finale. L’organizzazione può autorizzare la partecipazione di team di 2 o 4 unità. In ogni caso è vietato cominciare singolarmente la gara locale o la finale nazionale. La squadra che termina il round locale con solo 1 partecipante è penalizzata di 10 punti. La squadra che termina la finale nazionale con solo 1 partecipante è penalizzata di 15 punti.

Art. 13 – I team possono utilizzare solo il materiale fornito ed autorizzato dalla giuria e propri dispositivi come computer, smartphone, tablet. Non è ammesso, pena la squalifica della squadra, l’utilizzo di altro materiale e di altri dispositivi non autorizzati dalla giuria. La giuria può comminare un’ammonizione al partecipante o all’intero team in caso di condotta disdicevole, di comportamento antisportivo e di interferenza nel lavoro di altri team. Alla seconda ammonizione, sia personale sia di team, scatta la squalifica per l’intero team. L’ammonizione ricevuta da un partecipante o da un team nel corso del round locale è mantenuta nella finale nazionale. L’ammonizione costituisce una discriminante negativa in caso di arrivo a pari punti con altri team. Per gravi motivi (quali ad esempio la violazione delle norme sul copyright, il tentativo di richiedere supporto esterno con qualsiasi modo o strumento, una condotta violenta, un comportamento osceno o discriminatorio o razzista, lo svolgimento di azioni di propaganda politica, il mancato rispetto delle norme di sicurezza e del divieto di fumo, l’introduzione di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti, un evidente stato di alterazione psico-fisica per effetto di sostanze stupefacenti o di alcool, la violazione delle leggi, ecc.) la giuria può immediatamente squalificare, in maniera insindacabile ed inappellabile, uno o più partecipanti o un intero team.

Art. 14 – Al termine dell’extra time i team consegnano l’output e i pezzi non utilizzati del Kit ai delegati dell’organizzazione. Prontamente la giuria redige la classifica, a suo insindacabile ed inappellabile giudizio, secondo i seguenti parametri di valutazione (scala di valutazione da min 1 a max 10 per ciascun parametro con possibilità di mezzi voti): originalità dell’idea, qualità dell’output, sinergia del team, efficacia della presentazione. A parità di punteggio tra due o più team si considerano, nel seguente ordine, l’eventuale presenza di ammonizioni, il punteggio conseguito sul parametro “qualità dell’elaborato” e il punteggio conseguito su parametro “sinergia del team”. In caso di ulteriore parità è concessa ai delegati dell’organizzazione la facoltà di attribuire decimali di punto aggiuntivi alle loro precedenti valutazioni.

Art. 15 – I fornitori dei Kit restano i proprietari dei kit dati in dotazione alle squadre.

Art. 16 – Sia nel corso della tappa locale sia nel corso della finale nazionale i responsabili aziendali autorizzati dall’organizzazione possono colloquiare con i partecipanti, dare consigli sulla realizzazione dell’output attraverso dei tutor aziendali, richiedere il cv per eventuali stage, tirocini e posizioni aperte.

Art. 17 – La squadra classificata al primo posto in ciascuna tappa locale ha il diritto di accedere alla finale nazionale. In caso di indisponibilità dei componenti della squadra arrivata al primo posto alla tappa locale, tale diritto passa alla squadra seconda classificata. In caso di indisponibilità dei componenti delle squadre classificate al primo e al secondo posto di una tappa locale, tale diritto passa alla squadra terza classificata. In caso di indisponibilità dei componenti delle squadre classificate ai primi tre posti della tappa locale l’organizzazione si riserva la possibilità, a suo insindacabile giudizio, di far accedere alla finale la squadra che, pur non avendo avuto essa accesso diretto alla finale, si sia particolarmente distinta nel corso di una delle tappe locali del campionato.

Art. 18 – L’organizzazione si riserva la possibilità di estendere la partecipazione alla finale nazionale alle squadre seconde classificate a ciascuna tappa locale.
L’organizzazione ammette alla finale anche la squadra che, tra tutte le squadre partecipanti alle diverse tappe locali del Campionato, avrà totalizzato in due fasi la somma maggiore di “mi piace”/reazioni sulla propria foto nell’Album #Premio Social della pagina Facebook del Campionato Universitario Makers.
La prima fase decorre dall’invio da parte dell’organizzazione di una email ai componenti delle squadre partecipanti (entro circa 10 giorni dalla conclusione della tappa locale) ai 7 giorni successivi.
La seconda fase, alla quale accederanno le squadre con più “mi piace”/reazioni di ciascuna tappa locale, si terrà dal 16 al 19 novembre. Ciascuna squadra conserva dalla prima fase il numero di “mi piace”/reazioni che si somma a quello ottenuto nella seconda fase. La squadra con la somma più alta vince il Premio Social che consiste nella partecipazione alla finale nazionale del Campionato.

Art. 19 – “La finale nazionale si tiene a Roma ai primi di dicembre all’interno della Maker Faire Rome – The European Edition. Il team vincente la finale nazionale è nominato CAMPIONE UNIVERSITARIO MAKERS 2017.”

Art. 20 – E’ lasciata all’autonomia delle Università e dei Politecnici che ospitano il campionato la possibilità di rilasciare crediti formativi ai partecipanti.

Art. 21 – Le aziende sostenitrici hanno la facoltà di assegnare piccoli premi e gadget ai team partecipanti sia alle tappe locali sia alla finale nazionale, ai sensi dell’art.6, comma 1, punto d) del D.P.R. 430/2001. In ogni caso i premi assegnati rientrano nei casi di esclusione di applicabilità della normativa dei concorsi ed operazioni a premio, ai sensi dell’art.6, comma 1, punto a) del D.P.R. 430/2001, in quanto il “Campionato” è assimilabile ad un concorso indetto per la produzione di un’opera scientifica nel quale il conferimento del premio all’autore dell’opera prescelta rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo di incoraggiamento nell’interesse della collettività.

Art. 22 – Tutte le decisioni della giuria e dell’organizzazione sono prese a maggioranza assoluta e sono insindacabili ed inappellabili. L’organizzazione e la giuria si riservano la possibilità di prendere decisioni su ogni questione non specificamente riportata dagli articoli del presente regolamento.

Art. 23 – Con l’accettazione del presente Regolamento, ciascun partecipante prende atto che la partecipazione è a titolo gratuito e che non comporta il diritto a rimborsi spese né a compensi di qualsiasi tipo, a qualunque titolo. Inoltre egli si impegna a utilizzare i locali dove si svolge la gara e le attrezzature e i componenti messi a disposizione dall’organizzazione con la massima cura e diligenza, a rispettare scrupolosamente le regole di sicurezza e di condotta previste dall’organizzazione, dalle Università e dai Politecnici ospitanti e a rispondere degli eventuali danni cagionati a persone o cose per tutta la durata della gara.

Art. 24 – Con l’accettazione del presente Regolamento, ciascun partecipante
– dichiara espressamente che ogni progetto/output presentato è originale e non viola in alcun modo, né in tutto né in parte, i diritti di proprietà intellettuale o industriale di terzi, manlevando sin d’ora l’organizzazione, la giuria, le Università, i Politecnici ospitanti, le aziende sostenitrici da qualsiasi responsabilità, passività, richiesta di risarcimento dei danni e/o indennizzo che dovesse essere avanzata da terzi al riguardo;
– riconosce che ogni progetto/output presentato è di proprietà della squadra di appartenenza la quale si assume l’onere e la piena responsabilità dell’eventuale tutela dello stesso e degli aspetti inventivi e/o originali attraverso i mezzi a tal fine predisposti dall’ordinamento giuridico italiano (registrazione, brevetto o simili);
– prende atto che l’eventuale pubblicazione da parte dell’organizzazione del progetto/output su siti internet e sui social network renderà il progetto/output visibili al pubblico e che l’organizzazione, la giuria, le Università e i Politecnici ospitanti e le aziende sostenitrici non si assumono alcuna responsabilità in caso di uso e/o abuso dello stesso e/o di eventuale sviluppo e realizzazione dello stesso da parte di chiunque ne venisse a conoscenza attraverso l’accesso a siti internet e social network, rinunziando egli/ella ad avanzare qualsivoglia richiesta di risarcimento danni e/o indennizzo nei confronti dell’organizzazione, della giuria, delle Università e dei Politecnici ospitanti, delle aziende sostenitrici per qualsiasi titolo, ragione o causa.

Art. 25 – I dati dei partecipanti sono trattati dall’organizzazione al solo fine dello svolgimento del torneo, ai sensi del D. Lgs. 196/2003. Ciascun partecipante, iscrivendosi al Campionato, accetta senza condizioni tutte le disposizioni del presente regolamento e le decisioni della giuria e dell’organizzazione, inoltre acconsente, senza nulla pretendere, che la propria immagine possa essere ripresa, registrata, riprodotta in foto e video e pubblicata su internet, sui social network e su tutti i mezzi di comunicazione di massa dall’organizzazione, dalle Università e dai Politecnici ospitanti, dalle aziende sostenitrici, in un numero illimitato di volte e in tutto il mondo per finalità promozionale ed informative del Campionato stesso. Per prendere parte al Campionato è necessario che ciascun partecipante accetti il Regolamento – così facendo ciascun partecipante rilascia contestualmente il consenso all’utilizzo delle immagini e dei video come sopra indicato – e dia il consenso al trattamento dei dati personali.

Ultima modifica: 23 settembre 2017